Dal buono nasce il bene?

14 marzo 2019 di: Rita Annaloro

Una donazione è una buona azione, o no?  Anche a Formigoni gli amici imprenditori donavano ogni tipo di beni perché gli volevano bene, però la magistratura non è stata d’accordo, non l’ha trovato appropriato, per così dire  .

Il Vaticano stesso per secoli si è retto su donazioni che hanno permesso di compiere opere di pubblica utilità come ospedali, luoghi di asilo e attività caritatevoli e mai si è trovato da ridire in proposito. E dunque, perché dovremmo trovare strano che un imprenditore veneto, il locale re dei supermercati,   dona 125.000 euro alla Regione veneto, per aiutare le famiglie colpite dalle alluvioni del novembre 2018? Col contributo degli affezionati clienti, tra l’altro.

Forse perché da un imprenditore non ci aspettiamo gesti di generosità gratuita e immaginiamo che la stretta di mano fra il munifico uomo d’affari e il Presidente della Regione Veneto sancisca un patto a largo spettro, un po’ come si vede nei film, o forse perché la mazzetta a cui ci hanno abituato i telegiornali è frequente fra personaggi di questo tipo.

Infatti, qual è la differenza fra una donazione e la famigerata mazzetta?  Il fatto che una avviene alla luce del sole, magari con tanto di fotografia celebrativa, e l’altra in segreto, lontano da occhi indiscreti? Ma allora, se è così, vai con gli addetti stampa e il mondo scoprirà la bontà del capitalismo italiano. Forse si potrebbe obiettare che la mazzetta rimpolpa il portafoglio di un privato, mentre una donazione verso un ente quale la Regione Veneto o il Vaticano non arreca benefici personali. Ma le transazioni bancarie ovviamente lasciano tracce e molti sono gli interessi

personali che si intrecciano con le attività economiche.

Anche gli amici di Formigoni regalavano a titolo gratuito ed erano certi che la loro generosità sarebbe stata ricambiata.

Dal Buono nasce il Bene recita lo slogan dei supermercati Alì.

Solo pubblicità?

1 commento su questo articolo:

  1. Matteo ha detto:

    In questo periodo quaresimale siamo invitati a riflettere su quanto riporta il vangelo a riguardo del fare l’elemosina in segreto: “Guardatevi dal praticare le vostre buone opere davanti agli uomini per essere ammirati…Quando invece tu fai l’elemosina non sappia la tua sinistra ciò che fa la tua destra…”

Commenta questo articolo:







*
AdvertisementAdvertisementAdvertisementAdvertisement