inverno

2 dicembre 2017 di: Antonia Pozzi

E’ entrato dicembre e l’inverno incalza, non ci sono dubbi né incertezze: lo accogliamo con una bella poesia di Antonia Pozzi inviataci da Francesca Traìna, che ringraziamo per averci dato modo di salutare così questo entrante periodo dell’anno.

 

Inverno

Fili neri di pioppi
fili neri di nubi
sul cielo rosso
e questa prima erba
libera dalla neve
chiara
che fa pensare alla primavera
e guardare
se ad una svolta
nascono le primule.

Ma il ghiaccio inazzurra i sentieri
la nebbia addormenta i fossati
un lento pallore devasta
i dolori del cielo.
Scende la notte
nessun fiore è nato
è inverno anima
è inverno.

(in copertina, ph. Alfred Stieglitz, Poplars 1932; nella pagina Pieter Bruegel the Elder, thr

7 commenti su questo articolo:

  1. gabriella ha detto:

    é piacevole leggere queste pesie che evocano un inverno nella natuta
    ….purtroppo viviamo in città e per noi l’arrivo della stagione fredda
    è salutato da panettoni, pandori e torroni negli scaffali dei supermercati
    e da luci accecanti nelle vie e nei negozi dello shopping….
    grazie per aver richiamato alla nostra mente immagini perdute
    che riscaldano l’anima

  2. Rosamaria ha detto:

    Ragazze di MEZZOCIELO INIZIATE LA SERIE DI POESIA STAGIONALI CHE A ME PIACCIONO TANTO

  3. giuseppe ha detto:

    complimenti per la splendida poesia ,che richiama stupendi paesaggi invernali.

  4. rosanna pirajno ha detto:

    Carissime lettrici e carissimi lettori, siamo contente anzi raggianti dei vostri apprezzamenti per la/le poesie che a cadenza stagionale inframmezziamo agli articoli pubblicati sul nostro sito che, ci piace sottolinearlo, è espressione di modi di essere e di pensare liberi, sfaccettati e aperti a tutto, tranne che alla idiozia infarcita di insulti e turpiloquio.
    Buon Inverno a tutte e a tutti, con festività e vacanze e tombole e doni e pranzi luculliani e pentimenti … inclusi.

  5. silvia ha detto:

    Carissime, desidero dare anch’io il mio contributo ed ho scelto una poesia di Emily Dickinson per augurarvi un buon inverno!

    Fammi un ritratto del sole
    così che io possa appenderlo in camera mia
    e possa fingere di scaldarmi
    mentre gli altri lo chiamano ” Giorno”!
    Disegnami un pettirosso su un ramo
    così che io possa ascoltarlo, mentre dormo
    e quando cesserà il lavoro nei campi
    anch’io deporrò la mia illusione.
    Dimmi se è vero che fa caldo a mezzogiorno
    se sono i ranuncoli, quelli che volano
    o le farfalle, quelle che fioriscono.
    Poi, manda via il gelo dai prati
    e scaccia la ruggine dagli alberi
    Dammi l’illusione che ruggine e gelo
    Non debbano più tornare!

  6. Gemma ha detto:

    Suscitano emozioni, sentimenti, fantasia…
    Ben scelte queste poesie
    Complimenti

Commenta questo articolo:







*
AdvertisementAdvertisementAdvertisementAdvertisement