un attore siculo-veneto da tenere d’occhio

30 novembre 2016 di: Rita Annaloro

Conoscete Davide Dolores? Io fino a ieri sera no. Poi l’ho visto recitare, qui a Padova, il suo monologo Omu Cani, e mi ha conquistato. Il pezzo era sulla storia di un clochard vissuto e morto a Mazara del Vallo, che qualcuno collegava alla scomparsa di Ettore Maiorana. Lo spettacolo è durato una buona oretta in cui Davide alternava il racconto a gustosi aneddoti in cui interpretava due personaggi, alterando la voce, la posizione e l’atteggiamento. Essendo ambientata a Mazara i dialoghi dei testimoni riproducevano la tipica cadenza della zona, con espressioni dialettali subito tradotte, mentre la narrazione dei fatti con accurate descrizioni era recitata in un magnifico italiano privo di inflessioni. L’amica con cui ho visto lo spettacolo si diceva certa che l’attore non fosse siciliano per via dei suoi occhi azzurri, mentre secondo me solo un siciliano verace poteva motteggiare con tanta precisione il nostro modo di fare e di esprimersi.

Così tornata a casa cerco in Internet, madre di ogni conoscenza, e scopro che Davide Dolores è nato in Sicilia, ha studiato a Bologna e a New York, ha vinto alcuni premi, ha lavorato con registi di vaglio come A.Gassman, V.Trevisan e Sangati e vive in Veneto. E’ un cittadino del mondo, insomma. Pure un giornale di Thiene, dove Davide ha recitato dopo la prima di Mazara, che lo accoglie da protagonista nella sua città lo chiama: Pirandello di casa nostra!

Non so cosa ne pensi l’attore, ma se si sentisse veneto forse avrebbe fatto un pezzo su un eroe locale. O no?

4 commenti su questo articolo:

  1. marina ha detto:

    Ma chi l’ha detto che un siciliano non può avere gli occhi azzzurri? Ahi, gli stereotipi !

  2. alessia ha detto:

    Durante la conquista dell’Italia Meridionale e della Sicilia, i Normanni ripopolarono e fondarono molti centri della Sicilia centro-orientale con gente proveniente dalla Normandia e dalla Provenza ma anche dal Nord Italia come Piemonte, Liguria ed Emilia grazie ad alleanze e matrimoni con famiglie dei Marchesi di Saluzzo, Monferrato e Savona. Ovviamente questa mescolanza genetica ha prodotto in Sicilia e nel Sud Italia individui dalla carnagione chiara con occhi azzurri e capelli biondi.

  3. silvana ha detto:

    Rita ma non ricordi a casa mia il passaggio dei normanni è certo. mio marito alto e biondo i miei nipoti con occhi celesti che possono solo avere ereditato da una bisnonna, dunque l’attore normanno ….siculo è!

  4. Agnese ha detto:

    Di fronte a frequenti manifestazioni di razzismo, omofobia e xenofobia, riflettere sulle nostre stesse diversità e sulla ricchezza che ne è derivata è un auspicio da non sottovalutare

Commenta questo articolo:







*
AdvertisementAdvertisementAdvertisementAdvertisement