la bella estate in versi, alba

15 agosto 2016 di: Antonella Anedda

C’è un autobus che ruota sulla sabbia infuocata.

Ci sono l’azzurro-grigio dei vapori, l’azzurro-nero dei cipressi,

la nave che dal porto si allontana

e brucia gli scogli contro i fianchi.

Entroterra e orizzonte.

Un cuore di vigneti, il mare di pietra,

una fiammata di ulivi, un’onda immobile.

Commenta questo articolo:







*
AdvertisementAdvertisementAdvertisementAdvertisement