naufragi

28 marzo 2016 di: Marina Gasperini

Naufragi

Il cuore del mare

ha smesso di battere,

per piangere morti

che non sono suoi.

Il vento sulla sabbia

Ha smesso di soffiare

per onorare morti

che non sono suoi.

E intanto

fa caldo,

sempre più caldo,

su questa terra

che è nostra.

3 commenti su questo articolo:

  1. Lapide ai caduti del mare ha detto:

    Ai caduti del mare

    Uomini
    della terra voi che guardate
    il mare
    cimitero senza tombe e senza
    cipressi
    raccoglietevi
    e
    meditate

  2. augusta Lepri ha detto:

    Fa caldo Marina hai ragione, il nostro mondo di fiamme e di spari è caldo come un’inferno.

  3. Susanna Prio ha detto:

    In maniera delicata Marina ci invita con la sua poesia a non dimenticare tutte le tragedie di mare e di terra a cui assistiamo quotidianamente e a cui forse ci siamo abituati.

Commenta questo articolo:







*
AdvertisementAdvertisementAdvertisementAdvertisement