la curva dei tuoi occhi intorno al cuore

7 febbraio 2016 di: Paul Eluard

Ogni giorno la notizia di una donna o più donne straziate e uccise non ci sorprende più, ma ci fa male profondamente. Ci chiediamo noi di Mezzocielo cosa possiamo fare: l’ennesimo articolo che contenga orrore, sdegno e disprezzo? Raccogliere firme per una petizione? Ripresentare la lunga lista di donne assassinate, stuprate, scomparse? Qualunque cosa è stata già detta, è stata già fatta senza ottenere altro che l’aumento del nostro sgomento e del senso di impotenza che già ci pervade. Oggi abbiamo scelto di ricordare e di sottolineare come invece tanti uomini abbiano amato le donne con passione, con tenerezza e come continuino a farlo.

Vi proponiamo, per cacciare via, almeno per un attimo, dai cuori di tutti la rabbia e la tristezza, una poesia che Paul Eluard dedicò alla sua donna.

La curva dei tuoi occhi intorno al cuore –

ruota un moto di danza e di dolcezza, –

aureola di tempo, arca notturna e fida –

e se non so più quello che ho vissuto –

è perché non sempre i tuoi occhi mi hanno visto. –

Foglie di luce e spuma di rugiada –

canne del vento, risa profumate, –

ali che il mondo coprono di luce, –

navi che il cielo recano ed il mare, –

caccia dei suoni e fonti dei colori, –

profumi schiusi da una cova di aurore –

sempre posata su paglia degli astri, –

come il giorno vive di innocenza, –

così il mondo vive dei tuoi occhi puri –

e va tutto il mio sangue in quegli sguardi. –

10 commenti su questo articolo:

  1. Agostino Degas ha detto:

    Le donne che amano il mare,
    se lo portano dentro,
    fa parte della loro essenza.
    Vivono di correnti e di alte maree,
    alternando tenere carezze alla forza della passione.
    Quando sono in burrasca diventano tempestose,
    imprevedibili, difficili da affrontare.
    Ti sorprendono per le improvvise tempeste emotive,
    ma quando la furia delle onde si placa,
    diventano dolci, silenziose e accoglienti.
    Sanno stupirti per le ricchezze
    che puoi trovare nelle loro profondità.
    Perché le donne che amano il mare
    sono anime burrascose e accoglienti
    in cui vorresti vivere per sempre.
    Agostino Degas

  2. marina ha detto:

    Agostino,
    le donne che amano il mare, amano la tua poesia.

  3. Eugenio Montale ha detto:

    Ho sceso dandoti il braccio, almeno un milione di scale
    e ora che non ci sei è il vuoto ad ogni gradino.
    Anche così è stato breve il nostro lungo viaggio.
    Il mio dura tuttora, né più mi occorrono
    le coincidenze, le prenotazioni,
    le trappole, gli scorni di chi crede
    che la realtà sia quella che si vede.
    Ho sceso milioni di scale dandoti il braccio
    non già perché con quattr’occhi forse si vede di più.
    Con te le ho scese perché sapevo che di noi due
    le sole vere pupille, sebbene tanto offuscate,
    erano le tue.

    Eugenio Montale

  4. michele ha detto:

    E una buona idea una poesia d am2ore fra tanti orrori ed anche errori di impostazione nella lotta alla violenza

  5. elena ha detto:

    E se si facesse un corteo di donne.ed ogni donna portsse un cartello con scritta una poesia.a lei.dedicata?B

  6. Gemma ha detto:

    Tanto gentile e tanto onesta pare
    la donna mia quand’ella altrui saluta,
    ch’ogne lingua deven tremando muta,
    e li occhi no l’ardiscon di guardare.
    Ella si va, sentendosi laudare,
    benignamente d’umiltà vestuta;
    e par che sia una cosa venuta
    da cielo in terra a miracol mostrare.
    Mostrasi sì piacente a chi la mira,
    che dà per li occhi una dolcezza al core,
    che ‘ntender no la può chi no la prova;
    e par che de la sua labbia si mova
    un spirito soave pien d’amore,
    che va dicendo a l’anima: Sospira.
    Dante Alighieri

    Il mio nome, Gemma, è quello della moglie di Dante Alighieri, autore della famosa poesia d’amore scritta per Beatrice….
    l’ho sempre vissuto come un tradimento, avendo la mia omonima donato ben quattro figli al sommo poeta (Iacopo, Pietro, Antonia e Beatrice!!!!).Gemma Donati non ha avuto una parte essenziale nella vita del sommo poeta. Beatrice Portinari è invece stata celebrata nelle Rime e nell’immenso amore suo per lei abbiamo il germe della Divina Commedia

  7. AnnaChiara ha detto:

    Donne carissime di mezzocoelo siete ammirevoli. Ma quando intercalate al momento giusto con una poesia siete delle.grandi comunicatrici! Brave5

  8. Rita ha detto:

    E ringraziamo anche i poeti che amano le donne.

  9. Silvana F ha detto:

    E un grazie anche a voi tutti che condividete le nostre scelte, sentirci all’unisono con voi ci fa sentire più sicure!

Commenta questo articolo:







*
AdvertisementAdvertisementAdvertisementAdvertisement