pausa di riflessione

29 dicembre 2015 di: Marina Gasperini

Questa poesia l’ha mandata mesi fa la nostra amica di Ginevra, Marina Gasperini, ma l’autunno incombente, come i venti di guerra, gli attentati, la morte di tanti ci facevano pensare che non era tempo di poesie; niente è cambiato ma il periodo natalizio impone una pausa di riflessione e di serenità dove anche la poesia è non solo bene accetta, ma necessaria.

Le due porte

Quella porta aperta dietro di te

Lascia entrare buio, vento e urla.

Perché non la chiudi ?

Quella porta chiusa davanti a te

Nasconde luci, canti e colori.

Resti lì, tremando di freddo.

Temendo l’incognito.

E consumi la tua esistenza

Nell’immobilità del presente.

2 commenti su questo articolo:

  1. Julia ha detto:

    La porta è un simbolo bello e significativo.
    Se aperta rappresenta la coscienza di sé e della maturità raggiunta,
    se è chiusa una fase della vita si è inevitabilmente conclusa.
    Che ci piaccia o no, dobbiamo avere il coraggio di affrontare il futuro
    di dedicarci a nuovi progetti, di vivere la vita che ci sta davanti
    si stanno per solcare nuovi orizzonti, nuove vie si aprono ……..

  2. Clara ha detto:

    Che bella questa poesia che ci fa riflettere sulla nostra situazione, come direbbe Manzoni, tra “tema e desire” ! Grazie, Marina.

Commenta questo articolo:







*
AdvertisementAdvertisementAdvertisementAdvertisement