Capire e giudicare

21 agosto 2014 di: Simona Mafai

Leggo sul sito twitter  (di una donna) una  bella affermazione:

“La cosa importante è capire; e capire non è giudicare”.

Sono d’accordo, ma solo in parte.

Ci sono momenti  (nella vita personale e collettiva) , che dopo aver capito (o tentato di capire) si deve anche esprimere un giudizio. Ed adeguare a questo giudizio i propri comportamenti. E’ un fatto di responsabilità (e di coraggio).

1 commento su questo articolo:

  1. silvia ha detto:

    C’è una parola che mi piace molto ed è “discernimento”, la capacità, non facile e non comune, di saper dividere (dis) per poter operare una scelta (cernere). Riuscire a valutare situazioni e accadimenti ed agire di conseguenza e… con coraggio (come dici bene). Giudicare non può essere inteso solo in senso negativo, se anche nel linguaggio comune una persona viene considerata adulta e matura proprio quando, si dice, ha raggiunto l’età del giudizio…!!!

Commenta questo articolo:







*
AdvertisementAdvertisementAdvertisementAdvertisement