nel giorno della memoria della strage di via D’Amelio

19 luglio 2014 di: Rosanna Pirajno

Fa bene al cuore svegliarsi una radiosa mattina di luglio, giusto il giorno dell’anniversario della strage di via D’Amelio in cui furono fatti a pezzi da pezzi di mafia e stato il giudice Paolo Borsellino e i suoi cinque angeli custodi, fa bene al cuore dicevo sentire alla radio che il cainano è “profondamente commosso” alla notizia della sua completa assoluzione dai reati di prostituzione e concussione da parte di “giudici coscienziosi” dissociatisi dalle toghe rosse che lo perseguitano da una vita.

Ah, finalmente giustizia è fatta e tutte le fandonie raccontate sul suo conto, cene eleganti di notte in villa, culo flaccido e lettoni di putin, mascherine in costume da infermiera, procuratori di donnine all’utilizzatore finale, prostitute minorenni ed escort in tubino nero, olgettine a busta paga, telefonate in questura per liberare la nipote di Mubarak, igieniste dentali e prostitute brasiliane a garanzia, … solo dicerie al centro di questo processo e di questa assoluzione dopo la condanna a sette anni in prima istanza, tutte invenzioni che non hanno retto alla verifica di giudici finalmente scevri da pregiudizi e intenti persecutori. Che soddisfazione, avere la certezza che l’ex cavaliere ed ex premier che ci ha fatto divertire per ventanni comprando perfino senatori e magistrati pur di non lasciarci in balia di truci comunisti, è per legge riconosciuto uomo probo e pio e che “nenti ci fu” nelle segrete stanze del suo, frequentatissimo di notte, maniero con parco e stalliere eroe. Che soddisfazione escludere che questa assoluzione non c’entri niente con la maggiornaza di governo e le sue riforme.

Che soddisfazione per noi che oggi alle 16,58 saremo sotto l’albero di olivo a ricordare il sacrificio dei Servitori dello Stato: il procuratore Paolo Borsellino e gli agenti Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina, Claudio Traina, e nel cuore e nella mente tutti gli altri ammazzati non si sa da chi alcuni giorni prima.

1 commento su questo articolo:

  1. rita ha detto:

    Il seguito, comunque, lo vedremo nelle prossime puntate, e speriamo sia altrettanto avvincente.

Commenta questo articolo:







*
AdvertisementAdvertisementAdvertisementAdvertisement