Gente di qualità

10 febbraio 2014 di: Ricerca Iconografica- Testo Mariachiara Di Trapani

Untiteld – – © courtesy Giada Ripa

Displacement, Spiazzamento, è l’ incisivo titolo dell’ ultima serie fotografica realizzata da Giada Ripa.

Un progetto documentario lungo 8 anni, durante i quali questa giovane e caparbia fotografa ha viaggiato tra Cina, Georgia , Azerbaigian , Kazakistan e Tagikistan per raccontare la vita delle minorità religiose che vivono ed abitano in situazioni di precarietà lungo il mitico percorso noto come  Via della Seta – oggi trasformato e conosciuto come  Via del Petrolio.

Spiazzamento è una parola dal significato simbolico capace di sintetizzare ed esprimere l’ intera poetica di Giada, fotografa e artista che riesce con sensibilità a coniugare impegnativi progetti documentaristici di testimonianza e racconto di eventi storici interpretandoli in chiave artistica, donando allo spettatore l’ opportunità di specchiarsi e riflettere sulla propria condizione esistenziale.

Sullo sfondo di vasti scenari naturali- in cui s’intrecciano i segni di fastose civiltà antiche ed evidenti tracce di contemporanee trasformazioni- nelle immagini appare un’esile figura femminile. Fotografa ed artista perfomantiva, Giada inserisce se stessa nelle inquadrature, ritraendosi sospesa ed in bilico tra cielo e terra: irrequieta equilibrista dalle rapide movenze, opaca e vibrante presenza che si palesa in un fiat  mimetizzandosi e segnando il paesaggio.

Un reportage autoriale le cui immagini indagano il significato dell’ esistenza, in un lungo pellegrinaggio che supera le coordinate spazio-temporali per diventare itinerario, lotta, tensione utopica, germe di futuro.

BIO- Nata e cresciuta a Bruxelles, dopo la laurea in Scienze Politiche a Milano, si trasferisce negli Stati Uniti per frequentare l’ International Center of Photography di  New York. Nel 2000 inizia a lavorare come fotografa e corrispondente dall’ Asia per l’ agenzia Grazia Neri  realizzando reportages per le principali testate internazionali.

I suoi lavori sono esposti in musei e gallerie internazionali come il Musee’ Botanique di Bruxelles, Royal College of Art di Londra, International Centre of Photography di New York,  Moscow Museum of Modern Art in Russia.

Displacement, è  il primo libro fotografico pubblicato da Moleskine: sulle pagine di un taccuino compaiono le immagini e le esperienze narrate da Giada alla ricerca di una felicità individuale e collettiva.

Commenta questo articolo:







*
AdvertisementAdvertisementAdvertisementAdvertisement