considerazione amara

20 aprile 2013 di: Simona Mafai

Ed ora che il disastro è avvenuto, chi piangerà sulle macerie non Generic Cialis solo dando le colpe agli altri, ma accusando anche se stesso?

3 commenti su questo articolo:

  1. Ornella Papitto ha detto:

    La vigliaccheria nasconde la mediocrità. Entrambe ampiamente presenti nel Partito Democratico. Purtroppo. Sono furibonda.

  2. Marcella Geraci ha detto:

    Sono preoccupata e amareggiata anch’io. Secondo me, però, esistono cause (colpe) contingenti e vizi d’origine. Le prime: doveva essere il PD e non Grillo a fare il nome di Rodota’, uomo al quale, secondo me, non è imputabile nessuna colpa. I secondi: il PD è rimasto un grande contenitore di persone dalle provenienze diversissime e non è riuscito ad elaborare una visione della politica e una concezione del partito comuni a tutti gli iscritti. Nel PD c’era di tutto: da Paola Concia alla Binetti e quest’ultima ha lasciato lei il partito. La grande scommessa del PD era quella di coniugare una provenienza socialista alla provenienza politica legata alla dottrina sociale della chiesa. I franchi tiratori hanno invece dimostrato che nel partito gli interessi legati al potere e alle poltrone hanno sempre prevalso su tutto. La situazione veramente grave è il vuoto che la crisi del PD lascia sulla scena politica ed è proprio questo vuoto che deve essere colmato.

  3. Gabriella Alù ha detto:

    Beh, intanto già Rosy Bindi ha sentenziato (ma non è dimissionaria?) che la carica dei 101 era composta tutta dai ggggiovani usciti dalle Primarie. Vabbè. Stendiamo un velo pietoso su questa corbelleria.

    Intanto però (e con mio sommo gaudio) Debora Serracchiani ha vinto (strappando la vittoria con le unghie e con i denti al Governatore uscente del cdx) le elezioni regionali nel FVG.

    Impresa eroica, considerando che le ultime battute della sua campagna elettorale si sono svolte durante gli sfracelli che il PD faceva a Roma.

    E poi… dice Debora (e io le credo, eccome se le credo!) che non ha ricevuto nemmeno un messaggio di congratulazioni da parte dei Big del PD e manco un segno uno che sia uno da parte delle donne del PD (erano tutte occupate a fare acquisti all’IKEA, probabilmente).

    Brava Debora, e spero che oggi in Direzione spari a palle incatenate.

    Gabriella

Commenta questo articolo:







*
AdvertisementAdvertisementAdvertisementAdvertisement