cittadini in raduno coatto

10 aprile 2013 di: Rita Annaloro

Chissà cosa avrà detto Grillo alle sue truppe nel raduno segreto di domenica scorsa! Chissà che accesi dibattiti, magari conditi da arringhe divertenti! Forse hanno elaborato dei sottili piani strategici per sollevare le sorti della nazione, oppure hanno passato la giornata a mettere a punto razzetti e scherzetti da lanciare in aula a partire dal 9 aprile, impazienti di dimostrare a chi li ha votati tutto il loro valore. Che sicuramente è molto, se già ad un mese dalle elezioni, il profeta nazionale deve ricordare ai Suoi la promessa dell’autoriduzione dello stipendio. Stipendio sì, diaria no, sembra. La diaria non si tocca! Certo, altrimenti con cosa finanzieranno le freccette e gli aquiloni con cui si apprestano a bombardare il Parlamento? Questi grandi padri o padroni non provvederanno certo per sempre alle loro spesucce, e quindi dopo la marcia indietro sulla trasparenza delle loro decisioni, non ci stupirebbe una linea più morbida rispetto ai tagli dei costi dei politici.

D’altronde anche Floris aveva considerato congrui gli stipendi dei parlamentari e quindi l’opinione pubblica su questo punto è già stata ammansita. Ora ci si prepara ai grandi fuochi d’artificio, invece, quelli che la loro opposizione dura e pura metterà in atto nei confronti del partito di Governo, quale che sarà, dicono, in nome di una rabbia infantile e senza costrutto. E Berlusconi ringrazia, naturalmente: ma davvero tutti quelli che li hanno votati avevano sperato in un cambiamento? Che ci riprovino la prossima volta, vedremo se saremo più fortunati.

3 commenti su questo articolo:

  1. Paola ha detto:

    Ma perchè gli articoli contro grillo sono così temperati come se si fosse spaventati di una sua vendetta, un grillo che esce dal web e ci mangia, si potrebbe senza cautela dire che trattasi di una setta antipolitica con un culto per le parole e le minacce del capocomico .

    • Ornella Papitto ha detto:

      L’articolo su Mezzocielo di novembre 2012: “Il Papa movimentista che avanza”.
      Cara Paola, era novembre ed era tutto già molto chiaro. Perdonami, ma il difetto mio più grande è la presunzione.
      Dimmi se con Grillo ci sono andata “con il pollice e l’indice”. Grazie.

  2. Ornella Papitto ha detto:

    Aggiungo che su Twitter ho scritto che i grillini hanno fatto “un’autogestione” penosa, dentro il Parlamento. ‘Ma quanti grilli hanno nella testa?’
    Si comportano come adolescenti delle scuole superiori. Veramente patetici.

Commenta questo articolo:







*
AdvertisementAdvertisementAdvertisementAdvertisement