a una donna tradita

24 aprile 2013 di: Stefania Di Filippo

In un mondo in cui le pubblicità ci bombardano con spot su come l’universo sembri girare intorno a noi, su come curare noi è una figlia, che è una madre, che è un’amante, è una donna che deve affrontare la vita così come dobbiamo farlo tutte, è una donna con le preoccupazioni che accomunano la madre di tre figli ad una donna single ed in carriera, è una donna che per paura di essere tradita ha pensato che il modo migliore per non soffrire fosse anestetizzare il suo cuore e la sua vita. E’ una donna che non è stata educata con affetto, che non è stata educata agli affetti, è una donna sperduta in un mare di tristezza, in un mare di solitudine, è una donna alla ricerca non più di ciò che le fa bene ma di ciò che non la può più toccare, non le può più far male. In un mondo in cui ci si cura di più della mancanza di rughe o delle maniglie dell’amore, questo libro ci fa capire che esistono poche pubblicità, poche sensibilizzazioni, al poco amore.

1 commento su questo articolo:

  1. alba ha detto:

    Raffrontando passato presente la recensione scorre veloce e senza parere denunzia con un metodo di approfondimento.

Commenta questo articolo:







*
AdvertisementAdvertisementAdvertisementAdvertisement