andiamo in biblioteca

13 marzo 2013 di: mezzocielo

Mercoledì 6 marzo a Casa Professa ha preso il via il progetto che prevede conferenze tematiche ogni primo mercoledì del mese, presso una delle biblioteche comunali della città. Il progetto è nato dalla collaborazione dell’Associazione Mezzocielo con la Quinta commissione consiliare, l’Assessorato alla Cultura, le Biblioteche comunali, la Presidenza del consiglio comunale, con l’obiettivo di creare eventi che possano stimolare il confronto su argomenti culturali e sociali di rilevante interesse, alimentando allo stesso tempo la fruizione delle biblioteche comunali, anche le più periferiche. In quest’ottica primo tema trattato a Casa Professa è stato la violenza sulle donne. All’incontro, moderato da Simona Mafai, le relatrici sono state Vittoria Messina, Presidente dell’associazione antiviolenza “le Onde Onlus” e Mila Spicola, insegnante e scrittrice che ha fatto un’ampia panoramica sulle possibilità di educazione giovanile nelle scuole, basandosi su azioni messe in atto in altri paesi europei. Inoltre, sono intervenute figure istituzionali come l’assessora alla Cittadinanza Sociale Agnese Ciulla, e Federica Aluzzo come portavoce delle azioni svolte dal Consiglio Comunale in quest’ambito.

Per la prima volta, infatti, dopo molto tempo le Consigliere Comunali sono in numero rappresentativo (9/50) e stanno dedicando notevole attenzione alle politiche femminili, riunendosi una volta a settimana per mettere in campo azioni concrete: hanno proposto mozioni con cui impegnano l’amministrazione ad adottare attività di prevenzione, sicurezza, formazione ed ascolto nei confronti di donne vittime di violenza, stanziando in bilancio un Fondo di sostegno alle donne che avviano un percorso di fuoriuscita dalla violenza di genere. La novità più importante è che stanno creando il Consiglio delle Donne da inserire nel nuovo Statuto del Comune di Palermo, che è in via di rielaborazione. Il Consiglio delle Donne includerà non solo le figure istituzionali femminili, ma anche le rappresentanti di tutte le associazioni ed organismi esperti della condizione femminile che operano nel territorio, in modo che si faccia rete e si crei sinergia. La partecipazione della cittadinanza è imprescindibile per una buona amministrazione della città.

Il dibattito che ne è scaturito ha messo in evidenza come il tema della violenza sulle donne, se pur trattato da anni, sia ancora estremamente attuale e come richieda continua attenzione ed urgente intervento. E’ stato evidenziato il grande impegno profuso dalle associazioni antiviolenza in tutti questi anni, oltre che la necessità di azioni di prevenzione da svolgere sugli uomini per portare ad un radicale “cambiamento di mentalità del mondo maschile” e come la crisi economica attuale complichi la situazione, inasprendo atti di violenza, indebolendo la capacità di reazione delle donne e diminuendo la possibilità delle associazioni antiviolenza di ottenere i fondi per garantire il sostegno necessario. Da qui la necessità anche di analizzare le cause della crisi e come affrontarla (4 Settembre, Biblioteca di villa Trabia). La partecipazione all’evento è stata entusiasmante, il livello culturale elevato e si è dato appuntamento al prossimo incontro il 10 aprile nella Biblioteca di Pallavicino, con “Vecchie e Nuove Schiavitù”. Questo progetto è solo un esempio di un percorso virtuoso che, facendo confrontare mondo della cultura, cittadinanza ed istituzioni, stimola momenti di riflessione altamente culturali e crea quella rete necessaria per poter agire tutti insieme in sintonia con le reali e più profonde esigenze della gente.

(disegno di copertina di Elisa Bertolotti)

1 commento su questo articolo:

  1. federica ha detto:

    Grazie a voi tutte della redazione di Mezzocielo per il contributo che con queste conferenze darete all’evoluzione culturale della nostra città. Siete preziose e non mollate mai! Federica Aluzzo

Commenta questo articolo:







*
AdvertisementAdvertisementAdvertisementAdvertisement