notte d’estate

8 agosto 2012 di: Antonio Machado

È una notte bellissima d’estate.

Le alte case tengono

spalancati i balconi

del vecchio paese sulla vasta piazza.

Nell’ampio rettangolo deserto,

panchine di pietra, evonimi ed acacie

disegnano in simmetria

nere ombre sulla bianca arena.

Allo zenit la luna, e sulla torre

la sfera dell’orologio illuminata.

In questo vecchio paese vado passeggiando

solo, come un fantasma.

1 commento su questo articolo:

  1. M.C ha detto:

    In queste’estate martoriata dal caldo, bene le poesie: aiutano!!!

Commenta questo articolo:







*
AdvertisementAdvertisementAdvertisementAdvertisement