poesia

17 luglio 2012 di: Giorgio Caproni

A quest’ora il sangue

del giorno infiamma ancora

la gota del prato,

e se si sono spente

le risse e le sassaiole

chiassose, nel vento è vivo

un fiato di bocche accaldate

di bimbi, dopo sfrenate

rincorse.

Commenta questo articolo:







*
AdvertisementAdvertisementAdvertisementAdvertisement