Cronache da Panormuck tra Mountain, Horlandon, Lombardon, Krakolyk ovvero Monti, Orlando, Lombardo, Cracolici

15 giugno 2012 di: Luigi Colajanni

Panormuck sembra aver metabolizzato la battaglia per il potere che l’ha vista protagonista. Forse l’esito scontato dell’ultimo match ha, da solo, avuto un effetto calmierante. Naturalmente è presto per vedere gli effetti prodotti dalle azioni del vecchio Horlandon, che comunque ci ha rassicurati ampiamente sul fatto che lui il sindaco lo sa fare, senza tralasciare, con una certa malizia, in alcune occasioni di ricordarci che lui è “Professore”, probabilmente per avere un riferimento diretto col più noto Prof. Mountain, docente della rinomata Hugry Bokkons University. Nel frattempo comunque è ripresa una certa attività culturale e ho, da poco, potuto assistere ad un gustoso musical: “non sparate sul cronista”, remake in chiave moderna dello shakespeareano “don’t shoot the messenger” di “Antonio e Cleopatra”. A proposito di sparare sul messaggero, le cose a volte si accavallano, alla buvette del Maximum Theatre era possibile vedere Lombardon e Krakolyk ormai ai ferri corti. Mentre, in vista delle prossime elezioni sembrano perfettamente d’accordo sulla necessità di assumere ulteriori 20.000 precari, sulla conduzione del resto sembrerebbe esserci un certo disaccordo. Dico sembrerebbe perché non si capisce tanto se sia reale oppure se la scoppola presa da Hirondell, la cui partecipazione alle elezioni ha preso, ahilui, il valore di un vero e proprio referendum sulla posizione di Krakolyk nel governo di Lombardon, stia riportando lo stesso su posizioni più gradite al suo potenziale elettorato. Basterà questo tardivo ripensamento a far dimenticare il supporto sin qui espresso al governo dell’astuto Lombardon? Non ci vorrà molto a scoprirlo.

Sembra infatti che l’astuto Lombardon abbia annunciato le proprie dimissioni per la fine di luglio anticipando la disperata sterzata di Krakolyk, che ha annunciato una mozione di sfiducia che probabilmente arriverà in aula quando non ci sarà più nessuno da sfiduciare. Sembra che qualcuno abbia sentito Lombardon dire: “vile, tu uccidi un uomo morto” così come Ferrucci disse a Maramaldo quando questi lo giustiziò per avere ucciso un innocente tamburino, che aveva mandato nel campo nemico per proporre la resa.

2 commenti su questo articolo:

  1. Paolo.R.Russo ha detto:

    Sfido gli oppositori… Colajanni tu mi piaci, hai creato delle maschere moderne!

  2. Silvia ha detto:

    Divertentissimo!

Commenta questo articolo:







*
AdvertisementAdvertisementAdvertisementAdvertisement