cronache da Panormuk, il Torneo delle Primarie

2 marzo 2012 di: Luigi Colajanni

E così, alla fine è stato inevitabile, anche questa volta si è arrivati al Torneo delle Primarie per designare l’eroe che andrà a sfidare il candidato proposto dal Maligno Wikkiè. Naturalmente tutto è coperto da grande riserbo, i quattro sfidanti, in segreto, affilano le armi per il giorno del Torneo. Qualche informazione riesce comunque a trapelare dalle mura dei castelli dei contendenti.

Monastir, gioca le sue carte ammantata dall’incognita e dal mistero. Infatti proprio poiché rappresenta una novità nel panorama dei contendenti, sembrerebbe non avere alle spalle l’organizzazione necessaria alla preparazione del Torneo e al recepimento delle risorse economiche necessarie. Senza le risorse sufficienti ad arruolare uno staff ha deciso di puntare sul Mago Otelma, ingaggiandolo con un fax mentre era sull’ isola dei famosi. Pare che il mago si sia preparato all’evento studiando Harry Potter sull’aereo di ritorno, ma siccome pare avesse dimenticato gli occhiali, all’arrivo ha sbagliato incantesimo ed invece quello dell’invincibilità ha fatto quello dell’invisibilità che era descritto sulla stessa pagina, un po più in basso …. Peccato.

Littlebag praticamente non sta preparando niente, conta sulla sua esperienza, sul suo aspetto rassicurante, modello Nonna Papera, sull’affetto del suo popolo e sull’aiuto del vecchio Horlandon, il suo motto è “Panormuk bene comune”, probabilmente il creativo del team l’ha coniato in una pausa di Porta a Porta …. Enigmatico.

Pharaohs, supportato dalle truppe del Generale Wolf, gode anche dell’aiuto di Renzo Mattila Gran Visir del vicino Regno di Ghibbelguelf, sembra quello messo meglio dal punto di vista dei mezzi finanziari, infatti pare che abbia ingaggiato addirittura James Cameron, il regista di Avatar ed il suo team di esperti in effetti speciali per descrivere la Panormuk del 2012, senza traffico, senza immondizia, senza posteggiatori e commercianti abusivi, e promette anche una riduzione dei costi della politica, aiuti alle imprese, meno disoccupazione. Come intende fare a trasformare Panormuk nel Paradiso Terrestre non ci è dato sapere, e naturalmente Cameron ed il suo team ben si guardano dal diffondere i trucchi per la realizzazione dei loro effetti speciali.

In ultimo Hirondel, delfino del Feroce Krakolik, punta tutto sul look e sui giovani, infatti pare abbia ingaggiato il parrucchiere del set del “Mondo di Patty” per addomesticare il suo ciuffo. Il suo slogan è scegli tu… Non si capisce cosa dobbiamo scegliere, la prossima mossa potrebbe essera la diffusione dell’inno promozionale del torneo “scegli tu ma scegli lui” cantato dai Righeira, con la terribile prospettiva che, anche se Hirondell non diventasse Sindaco di Panormuk, avremmo già pronto il tormentone dell’estate 2012.

6 commenti su questo articolo:

  1. Adele ha detto:

    Veramente questa saga dI NOI panormikI è esilarante, aspettiamo la prossima parte, KolajannikI!

  2. silvana ha detto:

    Luigi… mi chiedo sempre perchè mi fai ridere tanto, me lo lo chiedo dal tuo primo libro, però sei come il vino( perdona la banalità dell’accostamento) sei come il vino migliora con il tempo.

  3. paolo.R ha detto:

    Aspettiamo le ultime puntate, sentendoci ormai in una situazioni da racconto per bambini d’ altra parte solo così si può sopravvivere a Palermo.

  4. Luciana ha detto:

    Proiettati un una lontana città oltre le nuvole si puo’ parlare sorridendo e divertendosi di tutto, ma certo se Palermo fosse come Panormuk allora sì sarebbe da piangere!!!

  5. Antonio P. ha detto:

    Littlebag vincerà? Caro Kojanki non ci facciamo illusioni nè delusioni appartiene tutto ad un paese lontano Panormuk… che città è mai questa?

  6. motosegasvedese ha detto:

    Kolajannik!
    Siamo tutti in attesa del tuo racconto della prossima puntata (magari in aramaico…) !

Commenta questo articolo:







*
AdvertisementAdvertisementAdvertisementAdvertisement