Giovani, precari e sfruttati – I numeri del disagio

26 ottobre 2011 di: RE Le Inchieste- LaRepubblica

Uno su tre è senza lavoro, il 10% in più di quanto accade nel Regno Unito. Sei su dieci, tra i 18 e i 34 anni, vivono ancora in casa con i genitori. In crescita il fenomeno degli stage ‘selvaggi’: la metà non prevede alcun rimborso spese

14.927.407 – Il numero di lavoratori a tempo indeterminato

2.182.437 – I lavoratori a tempo determinato
449.411  – I lavoratori interinali
27,8 % – Il tasso di disoccupazione giovanile in Italia (giovani di età compresa tra i 18 e i 24 anni)

13,7 – In Francia

19,6- In Gran Bretagna
46,1- Il tasso di diosccupazione giovanile femminile nel Mezzogiorno
80% La percentuale di giovani che in Norvegia e Danimarca trova lavoro entro il primo anno dalla fine degli studi

44.478- Il numero i giovani sotto i 35 anni che tra il 2005 e il 2009 hanno subito un infortunio permanente sul posto di lavoro
40- La percentuale dei giovani che dichiara di avere avuto almeno un’esperienza di lavoro nero
52,4- La percentuale di stage che non prevede alcun rimborso spese
14- La percentuale di stage che prevede una retribuzione inferiore ai 250 euro al mese
49%La percentuale di 18-34enni celibi e nubili che viveva in famiglia nel 1983
Per una lettura completa
RE Le Inchieste- LaRepubblica

Commenta questo articolo:







*
AdvertisementAdvertisementAdvertisementAdvertisement