ricordi con rabbia

19 luglio 2011 di: Rosanna Pirajno

Oggi sono 19 anni dalla strage mafiosa di via D’Amelio, dove trovarono morte orribile il giudice Paolo Borsellino e i suoi angeli custodi Emanuela Loi, Agostino Catalano, Walter Cosina, Vincenzo Li Muli, Claudio Traina. Noi non abbiamo dimenticato il loro sacrificio, noi ricordiamo senza cedimenti quei giorni terribili del 1992, ma noi, oggi, ricordiamo con rabbia. Allora non ci mancò il coraggio di passare «dalla rabbia alla proposta», la cittadinanza che non volle rassegnarsi si diede da fare per proporre idee e azioni da mettere in campo perché quei sacrifici non fossero inutili, quelle vite non andassero sprecate. E invece è con rabbia che verifichiamo quante persone indegne si siano insediate nei posti di potere, in politica in parlamento negli affari nella finanza nelle imprese nei corpi di polizia nella magistratura finanche nei dintorni del vaticano, insomma dovunque ci siano da gestire molti soldi e immenso potere.

Ricordiamo con rabbia la morte di tutti i servitori dello Stato che non hanno badato a guadagni o interessi personali, oggi, mentre in parlamento si discute se – e sottolineo se – bisogna autorizzare la magistratura a procedere nei confronti di parlamentari e addirittura ministri indagati per fatti gravissimi e addirittura per mafia. Per mafia: quella che da Monte Pellegrino ha premuto il pulsante del tritolo di via D’Amelio, e quella che ha rafforzato con la politica il potere estorto con il sangue, noi vogliamo vederla in faccia.

Quindi processata e in galera, per lavare quel sangue.

2 commenti su questo articolo:

  1. enrico di lauro ha detto:

    Solo un sentimento profondo di piena adesione a queste parole, che oltre a non dimeticare, i tragici fatti legati a queste

    figure esemplari di uomini che non rinunciando ai loro ideali,e che volgendo la loro funzione al servizio della Giustizia

    nel nostro paese, giunsero a mettere in gioco la stessa loro vita. Ricordare per riaffermare che la lotta contro ogni mafia

    in Italia e priorita` assoluta per l`affermazione di un progetto democratico e di convivenza civile.

    • Rosanna Pirajno ha detto:

      fanno il “partito degli onesti” con corrotti indagati irresponsabili opportunisti voltagabbana mafiosi …senza pudore!
      teniamoci stretti, quelli che coltiviamo il ricordo delle vite esemplari che ci fanno da guida …

Commenta questo articolo:







*
AdvertisementAdvertisementAdvertisementAdvertisement