Giulia Adamo, deputata regionale siciliana per il riconoscimento delle coppie di fatto

9 febbraio 2011 di: mezzocielo

La deputata (capogruppo dell’UDC, oggi alleato con il Presidente della Regione siciliana, Raffaele Lombardo) ha firmato assieme ad alcuni deputati del PD, dell’MPA ed altri, un disegno di legge per la registrazione in ambito regionale delle unioni civili “senza discriminazioni sessuali” . Tale misura consentirebbe ai componenti di tali “unioni civili registrate” di concorrere a tutti i bandi della Regione che prevedono bonus ed altre misure di sostegno alle famiglie, comprese le assegnazioni di case popolari. Scandalo e proteste da parte degli ex- colleghi di partito, ed anche di membri dell’UDC che hanno invocato un intervento di Casini, per sconfessarla. Fermissima la reazione della Adamo, che ha dichiarato: “Quando, da laica, ho aderito all’UDC..ho chiesto a Casini: non sono credente, posso far parte di questo partito?” Ho avuto da lui tutte le rassicurazioni possibili…Sui temi etici è ammessa la più ampia libertà di coscienza”. Ad altri critici ha risposto: “Da quale pulpito mi vengono fatte le prediche? Deputati che non si sono vergognati di sostenere Berlusconi perfino nel pieno del caso Ruby, osano parlare di valori traditi di fronte a una civilissima norma che parla di rispetto della persona umana?”

1 commento su questo articolo:

  1. ale ha detto:

    E’ giusto, la deputata dell’UDC dimostra di essere più avanti di tanti tromboni della sinistra. anche se sono di sinistra lo devo ammettere!

Commenta questo articolo:







*
AdvertisementAdvertisementAdvertisementAdvertisement