un festival indipendente di documentari

11 settembre 2010 di: Daniela Gambino

Le immagini si aprono su di una donna, indossa gli abiti della stagione, in queste immagini che sono le prime del filmdoc Oltre l’inverno, la telecamera la segue mentre si muove in un cimitero, e comincia a raccontarsi, intanto che dà da mangiare ai gatti, pulisce una tomba, sistema una foto. La cura dei cari passa anche da questi gesti, diventa un’azione che trasforma una lapide, «in un altare, una cattedra di verità e legalità, per la giustizia siamo in lista d’attesa» come lei stessa dichiara. Il suo linguaggio è risoluto, inequivocabile, niente è lasciato al caso, ogni parola ha un peso e una sua resistenza. Il suo dolore è analitico, osserva fuori e dentro di sé, la sua ricerca della verità pervicace e decisa. Quella che parla, nel documentario di Massimiliano Ferraina, Oltre l’inverno, scritto insieme a Raffaella Maria Cosentino e Claudia Di Lullo, è Liliana Esposito Carbone, una donna, una maestra, soprattutto una mamma, che continua a vivere nella Calabria di Locri e ha reagito coraggiosamente al duro attacco mafioso che le ha portato via il figlio, Massimiliano, deceduto il 24 settembre del 2004, a soli trent’anni. Liliana non vuole dimenticare, vuole giustizia, la sua voce si leva su tutte. Non dimentica gli impegni, anzi, li svolge con passione rinnovata, determinata a proteggere la comunità di bambini di Locri.

Oltre l’inverno, come spiega Massimiliano Ferraina nelle note di regia, è un invito a reagire a disvalori considerati immutabili «…Come nel ciclo delle stagioni l’inverno si trasforma in primavera così nella vita personale e nella società è necessaria una trasformazione…». Il documentario verrà proiettato all’interno del primo festival di autori indipendenti di Roccasecca, in provincia di Frosinone, nel weekend tra il 10 e 12 settembre 2010. Interamente dedicato alla documentaristica indipendente, il festival, che si avvale della direzione artistica di Paolo Maselli, ed è presentato dall’attrice Maria Luce Bianchi, ex voce solista del gruppo dell’altro Bennato, quello folk di Musicanova, si svolge nell’arco di tre giorni, durante i quali verranno proiettati 2 lungometraggi a serata più una serie di corti e medio metraggi. Le proiezioni sono divise per tematiche che riassumono le urgenze italiane di questo periodo di Resistenza in una visione globale e culturale, offrendo una molteplice concezione della resistenza morale, umana, quotidiana; Solidarietà, che racconta di lavoro e ambiente; e Integrazione (in programma, fra gli altri, i lavori: Profondo Nero sul filo nero che lega la fine di Pasolini e Mattei e la sparizione di Mauro De Mauro, Campania Burning di Andrea D’Ambrosio e Maurizio Cartolano, Una voce nel vento di Alberto Castiglione, L’ultima spiaggia di Massimo De Pascale, Nìguri di Antonio Martino, Sognavo le nuvole colorate di Mario Balsamo e la Fabbrica dei tedeschi di Mimmo Calopresti). La tre giorni sarà integrata da eventi collaterali, l’intervento dei ragazzi delle Agende Rosse, spettacoli come la lettura che darà l’attrice Chiara Settembre di Terrore e Miseria del terzo Reich di Bertolt Brecht (che narra l’estremo sacrificio della giovane moglie ebrea di un medico in carriera, che decide di partire per non compromettere la carriera del marito) presentazioni di libri come Catturandi e 100% sbirro di I.M.D., e soprattutto dibattiti, occasione irripetibile, per gli autori, di confrontarsi dal punto di vista emotivo e professionale e scambiare opinioni con il pubblico. Il week end non sarà solo un susseguirsi di proiezioni fini a se stesse, ma una intensa maratona di opere e pensieri. Per ulteriori informazioni www.resistentemente.com

(Momper, Winter, XIV sec. part.)

1 commento su questo articolo:

  1. Bla ha detto:

    Ciao, su Nat Geo sta per arrivare “Great Migrations”, un capolavoro assoluto che è costato tre anni di lavorazione per documentare le grandi migrazioni di animali. E’ uno spettacolo? Trovate un assaggio qui: http://www.youtube.com/watch?v=ZKY7Uzw2STo

Commenta questo articolo:







*
AdvertisementAdvertisementAdvertisementAdvertisement