Raffaella Piccinni, tassista milanese, più a destra di Bossi!

22 agosto 2010 di: mezzocielo

La giovane donna (35 anni) esponente dell’Associazione “Riprendiamoci Milano” , protesta contro la deliberazione del Comune  (della cui maggioranza fa parte la Lega) di costruire un campo nomadi, nei pressi di via Padova. Il campo, già definito “di transito”, sarà costituito da casette decenti, con servizi e un po’ di verde. L’iniziativa è stata del Sindaco Moratti e sarà finanziata dal Ministero degli Interni, Maroni. La Piccinni ha scritto una lettera di fuoco a Bossi, in cui tra l’altro dice “A Milano la Lega regala case ai rom, mente le aziende chiudono, e padri e figli sono senza lavoro”. La lettera è stata firmata da 987 (!!) donne e uomini. Tredici iscritti alla Lega hanno restituito la loro tessera a Bossi. Vengono i brividi, e ci si potrebbe domandare: “A quando i Ku Klux Klan?”

1 commento su questo articolo:

  1. raffaella ha detto:

    Buongiorno,
    mi spiace per i suoi brividi, ma non ci sto!!! rifiuto ogni etichetta di razzismo. alla mia descrizione infatti può aggiugere che ho studiato cinese, ho amici che vivono all’estero, non solo italiani. Trovo banale quanto ha scritto su di me, e offensivo, Lei resta in supercifie rispetto al problema, in Via Padova abbiamo subito ogni tipo di reato da parte degli abitanti del campo, anche un omicidio. La prego di rivedere ciò che ha scritto su di me. Non accetto diffamzioni gratuite.
    grazie
    Piccinni Raffaella

Commenta questo articolo:







*
AdvertisementAdvertisementAdvertisementAdvertisement